RISOTTO ALLE FRAGOLE

Come io sia arrivato a conoscere questa ricetta non me lo ricordo più, so solo che la realizzo da così tanto tempo che quando la faccio mi penso 🙂 .

L’ aspetto che si ottiene è particolare soprattutto per il colore, insolito per un risotto, ovvero un rosa pallido. Ricordo solo che piacendomi da ragazzo le cose un pò stravaganti,  all’ epoca questo piatto mi sembrò strano e quindi lo introdussi nel repertorio, in particolare… per il giorno del mio compleanno.

INGREDIENTI:

fragole – i soliti fragoloni, meglio ben maturi.

cipollotti – freschi e bianchi.

burro – adoro quello di panna fresca.

olio di oliva extravergine – delicato.

vino bianco – secco.

riso – il carnaroli è l’ optimum per i risotti.

brodo – parliamoci chiaramente, prepararlo da zero è semplice ma…. non sempre si ha il tempo, per cui io utilizzo quello di verdure , granulare, la marca che preferisco perchè sento meno il  sapore sintetico è quello knorr.

sale – fino.

Lavate le fragole ed eliminatene le foglioline verdi e la base, di solito bianca e dura. Asciugatele per bene.

Mettete in una casseruola l’olio ed il burro e passate su fiamma bassa,

IMG_3028

quando il burro sarà fuso aggiungete i cipollotti a pezzetti e lasciate dorare. Il fatto di utilizzare olio e burro insieme, è utile a non far scurire il burro, che utilizzato da solo tende a farlo.

IMG_3029

Aggiungete le fragole intere, pochissimo sale

IMG_3030

e dopo aver scaldato ancora un pò aggiungete il vino bianco e, con pazienza, mescolate su fiamma bassa, sino a quando le fragole avranno perduto la loro forma, aiutatevi con una spatola di legno. Alla fine di questa operazione otterrete una purea rossa:

IMG_3031

è l’ora di aggiungere il riso:

IMG_3032

mescolate per la tostatura ed iniziate ad aggiungere il brodo. Il riso assorbirà i liquidi e tenderà ad asciugarsi, mescolate bene perchè non si attacchi.

IMG_3033

1) la quantità di riso, come si suol dire è: un pugno per ogni commensale ed uno per la pentola.

2)la prima aggiunta di brodo dovrà essere di due mestoli, per poi procedere un mestolo per volta. Aggiungete il successivo quando il precedente sarà un pò evaporato. “Tirate” ogni volta il più possibile.

Ovviamente il tempo di cottura totale da quando aggiungerete il riso dovrà coincidere con il tempo di cottura del riso, dico questo affinchè, quando il tempo di fine cottura starà per essere raggiunto, non aggiungiate più brodo, ma facciate evaporare quello già presente.

Normalmente prima di servire, si aggiunge un piccolo pezzo di burro a mantecare,  si mescola e  si copre per 5 minuti a fiamma spenta. Subito dopo il risotto potrà essere portato in tavola. Io nella fase finale non utilizzo burro nè  panna, che normalmente in questa ricetta viene utilizzata per stemperare l’acidità di questo piatto. A me piace tale e quale.

IMG_3034

Il risultato, una volta impiattato il risotto è il seguente:

IMG_3038

Fabio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.