Archivi tag: ricettesenzadosi

PAN D’ARANCIO

INGREDIENTI:

farina

uova (4)

zucchero semolato

burro

arance

sale

lievito per dolci.

Separate i tuorli dagli albumi.

Pesate lo zucchero.

Unite lo zucchero ai tuorli.

Pesate la farina.

Aggiungete agli albumi un pizzico di sale e montate a neve.

Montate i tuorli con lo zucchero.

Pesate il burro ammorbidito a temperatura ambiente.

Incorporatelo nell’impasto.

Incorporate la farine a cucchiaiate.

Di seguito gli albumi a neve.

Lavate le arance, se sono non trattate potrete usarle intere, altrimenti sbucciatele a nudo.

Frullate le arance.

Incorporate le arance frullate nell’impasto.

Pesate il lievito.

Incorporate il lievito nell’impasto.

Imburrate ed infarinate una teglia a cerniera da 26 centimetri.

Trasferite l’impasto nella tortiera.

Infornate a 160°C per 1 ora.

Dopo aver raffreddato la torta cospargete di zucchero al velo.

Mangiate la torta.

Fabio

PAPPARDELLE AI CARCIOFI

Pare che questo piatto sia tradizionale per Pasqua nella zona di Latina.

INGREDIENTI:

carciofi

olio evo

aglio

peperoncino

prezzemolo

pappardelle.

Lavate i carciodi ed eliminate le parti dure, dovranno rimanere solo i cuori.

Preparate una ciotola di acqua acidulata.

Tagliate i CUORI di carciofi in quattro parti, e date una sforbiciata al centro per eliminare l’eventuale barba.

Rosolate in olio evo aglio e peperoncino.

Scolate per bene i carciofi.

Rosolate i carciodi a fiamma media, aggiungendo il sale.

Coprite ed abbassate la fiamma.

Continuate sino a quando i carciofi non saranno morbidi. Irrorate di prezzemolo.

Lessate le pappardelle.

Trasferite le pappardelle, scolate velocemente tanto da farle rimanere umide, nella padella.

Impiattate.

Fabio

I CARCIOFI DI MARIO

Un collega proveniente dalla zona di Sezze mi ha fatto dono di questa ricetta.

INGREDIENTI:

carciofi mammole

mentuccia (nepitella) – in alternativa maggiorana e menta

aglio

olio evo

sale

pepe.

Lavate delle belle mammole.

Predisponete gli aromi: in assenza della mentuccia, maggiorana e menta, poi l’aglio vestito.

Eliminate solo le prime foglie dei carciofi.

Tagliate i gambi e la base in maniera tale da poter appoggiare i carcifi.

Schiacciate i carciofi per farli aprire.

Eliminate la barba interna se presente.

Riempite i carciofi con gli aromi, uno spicchio di aglio per carciofo, dopo averli salati, pepati e conditi con un filo di olio.  Massaggiate l’esterno con sale e olio. Ponete in una teglia dopo aver messo uno strato di acqua.

Infornate per 60 minuti a 180°C

Fabio

ZUCCHINE RIPIENE

INGREDIENTI:

zucchine tonde

carne trita

parmigiano reggiano

pecorino romano

pane secco

paprica dolce

pepe nero

aglio in polvere

uova

prezzemolo

olio evo.

Cominciamo a preparare le zucchine. Tagliate la parte superiore e mettetela da parte, servirà da coperchio.

Scavate con delicatezza le zucchine e serbatene la polpa.

Mettete la polpa in un colino.

Immergete il colino con la polpa in acqua bollente salata per 5 minuti.

Scolate.

Nella stessa acqua fate lessare le zucchine per non più di 3-4 minuti.

Trasferite le zucchine su un tagliere.

In una ciotola ponete la carne ed il pane, precedentemente bagnato e molto ben strizzato (stesso volume di entrambi gli ingredienti), la polpa lessata e ben strizzata delle zucchine, i due formaggi, il prezzemolo, il sale, il pepe, la paprica dolce, l’aglio in polvere e l’uovo.

Amalgamate  impastando sino ad ottenere un impasto omogeneo e ben sodo.

Riempite le zucchine con l ‘impasto dopo averle condite internamente con sale e pepe ed un filo di olio.

Applicate il coperchietto e trasferite in una teglia foderata con carta forno  spennellata di olio.

Cospargete con un filo di olio e infornate a 180°C per almeno 45 minuti.

Sfornate e impiattate.

Fabio

PASTA CECI E FINOCCHI

Tradizione, cucina povera, antica. Mancava però la materia prima o, quanto meno, nella quantità giusta: il finocchio selvatico. Solo bustine, come aromi ma, in questo piatto, occorrono i finocchi in mazzi, come si trovano nei fruttivendoli del sud nelle zone vicino alla colline. Finalmente trovati!

INGREDIENTI

pasta – ditali gradi lisci o “rottama”, pasta mista

finocchio selvatico

ceci

olio evo.

Eccoli!!!!!!!!

Lavate i finocchi  abbondantemente ed accuratamente. Asciugateli.

Strappate le barbe dal fusto principale e comunque eliminate i gambi più grossi.

Predisponete la pasta, nella foto vedete “a ruttama” o “pasta mbiscata”.

I ceci, se non avete voglia di metterli a mollo la sera prima e poi lessarli a fuoco lento per 4 ore…. prendete quelli già lessati, in barattolo. Ovviamente il gusto sarà meno genuino.

Portate l’acqua ad ebollizione, come per lessare la pasta, salate.

Cuocete i finocchi per 10 minuti. Poi aggiungete la pasta e cuocete per il tempo indicato, meno due o tre minuti.

Eliminate la maggior parte dell’acqua, lasciandone un quantitativo tale che, aggiungendo l’acqua di cottura dei ceci, si possa continuare a cuocere la pasta per qualche minuto ancora.

Aggiungete i ceci con la loro acqua di cottura (o liquido di conservazione).

Aggiungete olio extravergine di oliva in abbondante quantità e mescolate, cuocendo fino al giusto punto di cottura della pasta.

Servite impiattando con un pò di brodo.

Fabio

MOSCARDINI IN ROSSO

Merluzzo al verde, Moscardini in rosso.. la crisi fa vedere i suoi effetti…dopo questa passiamo agli ingredienti?

INGREDIENTI:

moscardini

pomodorini pizzutelli

vino bianco secco

concentrato triplo di pomodoro

aglio

prezzemolo

peperoncino piccante essiccato

olio evo.

Pulite i moscardini privandoli del becco, alla base dei tentacoli, e delle interiora, sarebbero anche da spellare le teste. Sciacquateli abbondantemente e metteteli a perdere l’acqua di lavaggio.

Riducete i pomodorini in quattro pezzi ciascuno.

Lavate ed asciugate il prezzemolo, quindi tritatelo.

Tenete a portata di mano il vino bianco,

ed il concentrato di pomodoro.

A fiamma bassissima e senza fretta, fate insaporire l’ olio extravergine di oliva con aglio spellato e peperoncino, in una casseruola.

Alzate la fiamma e rosolate i moscardini.

Perderanno dell’acqua e diventeranno rosati. Quando sarà evaporata per tre quarti l’acqua eliminata, salate e sfumate con il vino.

Evaporato il vino aggiungete i pomodorini ed il concentrato.

Dopo un pò abbassate la fiamma, coprite a mezzo coperchio e lasciate cuocere per  45 minuti.

Il sugo si addensa.

Aggiungete abbondante prezzemolo tritato.

Mescolate per distribuire il prezzemolo.

Fate riposare 5 minuti, quindi impiattate.

Fabio

MERLUZZO AL VERDE

Ero indeciso se postare o no questa ricetta per via della sua semplicità estrema, ma poi, andandone matto, ho pensato: meglio includerla nel ricettario….deve piacere il lime, deve piacere il coriandolo, questo è un fatto fondamentale. Di base è pesce marinato, ottimo per la schiscetta.

INGREDIENTI:

cuori di merluzzo surgelati

lime

coriandolo

pepe verde in salamoia

peperone verde dolce (tipo friggitelli)

olio evo.

Lessate i filetti di merluzzo come da indicazioni del produttore, normalmente sei minuti da quando l’acqua riprende a bollire. Acqua preventivamente salata ovviamente. Metetteli a scolare.

Pulite 2 peperoni frigitelli privandoli del picciolo, tagliandoli a metà nel senso della lunghezza,  ed eliminando i semi. Ciascuna metà deve poi essere ridotta in striscioline corte nel senso della larghezza.

Sminuzzate il coriandolo con una mezzaluna dopo averlo lavato ed asciugato.

Trasferite i filetti lessati ancora tiepidi in una ciotola e versateci il succo di due lime, i due peperoni friggitelli,  un cucchiaio di pepe verde, il coriandolo,  olio e sale. Mescolate affinché tutti gli ingredienti entrino in intimo contatto, coprite con una pellicola e lasciate riposare in frigorifero una notte.

Scolate il composto dalla marinata, impiattate con un giro d’olio.

Fabio