CHEESE-FRANCA-KE ALLE CILIEGIE

La Franca della microbiologia di una realtà empolese ritorna dal passato con la sua cheesecake base, al forno, a cui io ho dato un abito primaverile aggiungendo la ciliegia.

INGREDIENTI:

ciliegie

zucchero semolato

zucchero al velo

biscotti secchi tipo digestive

formaggio cremoso tipo robiola

panna da cucina

uova

farina

burro

latte

limone.

Lavate le ciliegie.

Denocciolate le ciliegie.

Ponete le ciliegie in una casseruola con zucchero e il succo di mezzo limone.

Cuocete a fuoco moderato per 20 minuti. Spegnete e riportate a temperatura ambiente.

Predisponete le digestive.

Frantumate e frullate le digestive sino a dare un aspetto di farina.

Addizionate con tre cucchiai di zucchero.

Predisponete il burro a temperatura ambiente.

Aggiungete il burro.

E 4 cucchiai di latte.

Mescolate.

Dovete ottenere un impasto omogeneo che si sgretola.

Foderate una teglia a cerniera con la base di biscotto.

Predisponete lo zucchero.

La panna.

La farina.

Le uova intere.

Il formaggio spalmabile.

Mescolate il tuttto sbattendo sino ad ottenere una crema liscia e liquida.

Ora avete: la base, la crema e il coulis di ciliegie. Scolate le ciliegie serbando il liquido. Deponete le ciliegie sulla base.

Versate la crema fluida di formaggio.

Infornate a 180°C in forno statico a metà altezza per 50 minuti.

Estraete dal forno e fate raffreddare.

Sformate e cosprgete di zucchero al velo.

Riprendete il sugo delle ciliegie e ponetelo sul fuoco sino a quando non si svilupperà una schiuma a bolla lenta e magmatica. Raffreddate e ponete in frigo.

Impiattate la torta a fette.

Irrorate con lo sciroppo denso di ciliegie.

Fabio

Annunci

PEPERONI FACEBOOK (PEPERONI RIPIENI DI TONNO AL FORNO)

Talvolta visualizzo su facebook delle ricette che mi incuriosiscono come base di partenza, e questa è una.

INGREDIENTI:

Pane raffermo – di tipo campagnolo

latte

tonno in scatola

prezzemolo

basilico

pepe nero

peperoncino fresco

parmigiano grattugiato

uova

pangrattato

sale

olio extravergine di oliva.

Predisponete il pane in una ciotola.

Coprite di latte ed acqua e lasciate ammollare.

Preparate gli ingredienti.

Tritate al coltello prezzemolo e basilico dopo verli ben lavati, asciugati e sfogliati.

Strizzate il pane molto bene e unite in una ciotola il formaggio, il pepe nero, il sale ed il tonno, il peperoncino tritato e gli odori.

Impastate finemente e poi aggiungete un uovo intero.

Impastate intimamente.

Lavate ed asciugate i peperoni. Divideteli a metà senza eliminare il picciolo ed eliminate invece i semi ed i tegumenti interni.

Riempite i peperoni con il ripieno allargandoli un pò premendo sul ripieno mentre lo introducete.

Spolverate con pangrattato.

Passate in teglia su carta forno e deponete olio a filo.

Infornate in forno pre-riscaldato a 200°C per 40-45 minuti.

Impiatatte.

Fabio

TON SUR TON (OSS BUS ALLA GIALLETTA SU RISOTTO GIALLO)

Ossobuco con gremolada senz’aglio e risotto giallo. Solo che ho utilizzato la gialletta (pomodorini datterini gialli) al posto del pelato rosso, che poi c’è chi non usa affatto il pomodoro.

INGREDIENTI:

riso carnaroli, vialone  o arborio

zafferano

vino bianco secco

brodo di carne

brodo granulare

burro

olio extravergine di oliva

osso buco di vitello

farina

pomodori datterini gialli pelati

pepe nero

cipolla gialla

prezzemolo

limone

formaggio parmigiano (o lodigiano).

Mondate la cenerentola dell’orto.

Tritate al coltello e separate in due ciotoline, una servirà per la carne l’altra per il riso.

Predisponete gli ossobuchi su un piano.

Incidete i bordi con tre tagli.

Infarinate.

Predisponete un tegame con olio e burro.

Rosolate gli ossobuchi.

Dopo aver rosolato la carne aggiungete sale, pepe e brodo granulare.

Rosolate ancora quindi innaffiate con vino bianco.

Una volta evalporato il vino, girando la carne con delicatezza e avendo cura di non perdere il midollo, aggiungete i pelati.

Aggiungete acqua calda a coprire e, una volta ripreso il bollore, abbassate la fiamma.

Coprite e fate andare a fiamma molto bassa per un paio d’ore.

Lavate, asciugate e sfogliate il prezzemolo.

Tritate al coltello.

Lavate ed asciugate un limone grosso non trattato.

Asportate la parte gialla della buccia.

Tritate al coltello.

Mettete il prezzemolo e il limone in una ciotola.

Mescolate. Ci andrebbe anche l’aglio ma il giorno dopo avevo un impegno.

Struggete il burro nell’olio in una casseruola, aggiungete la cipolla.

Predisponete del brodo caldo di manzo.

Rosolate la cipolla facendola solo leggermente imbiondire.

Prelevate il midollo dall’ossobuco e struggetelo nel soffritto.

Tostate il riso accuratamente, è un passaggio fondamentale per la tenuta durante la cottura.

Irrorate con vino bianco e fate evaporare.

Aggiungete due mestoli di brodo e quando si sarà ridotto procedete con l’aggiunta di un mestolo di brodo per volta. In questa fase il riso non va mescolato troppo, solo mosso per evitare che si attacchi al fondo.

In una ciotolina con del brodo caldo aggiungete lo zafferano in polvere.

Mescolate fino a dissoluzione.

Quando mancano 5 minuti alla fine della cottura aggiungete la soluzione di zafferano al risotto e mescolate.

Portate il risotto al grado si consistenza desiderato, mantecate con parmigiano. E’ il momento di mescolare vigorosamente per permettere la cessione dell’amido.

Coprite per 5 minuti a fiamma spenta.

Nel frattempo l’ossobuco sarà pronto, prelevateli e teneteli in caldo.

Incorporate la gremolada nel fondo di cottura.

Mescolate.

Impiattate cospargendo la carne con il sugo.

Fabio

TORTA AL MANGO E ZENZERO

E’ una torta di quelle morbide ma umide, quindi, per intenderci, non una torta margherita.

INGREDIENTI:

mango

zenzero

farina multicereale

farina di mandorle

lievito vanigliato

uova

panna

burro

panna liquida.

Come prima cosa imburrate la tortiera ed infarinatela.

Separate i tuorli dagli albumi.

Ponete gli albumi in frigorifero.

Pesate lo zucchero.

aggiungete lo zucchero ai tuorli.

Pesate il burro, già in una pentolina che andrà a bagnomaria.

Pesate la farina.

Aggiungete la farina di mandorle senza azzerare.. quindi 200 + 50.

Infine aggiungete 1 bustina di lievito. Mescolare.

Pelate lo zenzero e affettatelo con una mandolina.

Tritate finemente.

Sbucciate il mango.

Riducete il mango in cubetti

Mescolate lo zenzero con il mango.

Sbatette i tuorli con lo zucchero.

Incoporate la mescola di farine, e via via intervallate con il burro fuso a bagnomaria. Infine la panna liquida.

Prelevate gli albumi dal frigorifero, addizionate un pizzico di sale e montate a neve.

Incorporate nella miscela prima ottenuta e mescolate dal basso verso l’alto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Eccolo.

Incorporate il mango sposato allo zenzero.

Versate nella teglia e livellate.

Infornate in forno preriscaldato a 180°C per 45 minuti.

Lasciate raffreddare e spolverate con zucchero al velo.

Trasferite cautamente sul piatto di portata.

Fabio

SPAGHETTI INTEGRALI ALLE ALICI E POMODORINI CONFIT

 

INGREDIENTI:

pomodorini tondi

origano

sale

zucchero

spaghetti integrali

acciughe sotto sale

peperoncino fresco o sott’olio

aglio fresco.

Preparate i pomodorini confit. Foderate una placca da forno con carta forno, e spennelate con olio.

Adagiate sulla teglia i pomodorini divisi a metà con la parte interna rivolta verso l’alto.

Spolverate di sale, pochissimo zucchero, origano e aggiungete un filo d’olio.

Cuocete a 160°C in forno statico, più 5 minuti con la ventilazione.

Dorate degli spicchi di aglio, possibilmente fresco in olio di oliva.

Sminuzzate in rondelle i peperoncini e dissalate e sfilettate le acciughe.

Aggiungete  in padella e fate struggere le acciughe.

Lavate, sfogliate e asciugate il basilico.

Tritate al coltello.

Cuocete gli spaghetti integrali secondo le indicazioni sulla confezione.

Saltate in padella una volta lessati e cospargete di basilico.

Impiattate e cospargendo con i pomodorini.

Fabio

POLPETTE ESTIVE

Con piccole varianti ecco la terza versione delle polpette, più digeribili e dal gusto più fresco. Eliminato pecorino, pepe nero e paprika, sostituito il prezzemolo con la menta ed aggiunte le bacche rosa macinate al mortaio. La prima versione era quella classica, la seconda di baccalà.

INGREDIENTI:

carne di manzo

pane secco

formaggio parmigiano

menta

pepe rosa secco in grani

uova

patate.

Bagnate il pane e strizzatelo accuratamente, meglio se si utilizza il pane casereccio. Unite al pane, in una ciotola, la carne ed il formaggio.

Lavate ed asciugate la menta, dopodiché tritatela al coltello.

In un mortaio pestate le bacche rosa.

Unite tutto nella medesima ciotola insieme anche alle due uova ed al sale.

Dopo aver impastato il tutto, unite una patata lessa, schiacciata con l’ausilio di uno schiaccia-patate.

Impastate ancora sino a rendere omogeneo l’impasto, date la classica forma a dito e deponete le polpette su una teglia foderata di carta forno spennellata di olio di oliva. Infornate a 200°C per 30 minuti, avendo cura di girarle dopo 15 minuti.

Impiattate e servite.

Fabio