LA CROCROSTATA

Questo dolce è una elaborazione al contrario della ricetta di zia Mimma, nel senso che la base di pasta frolla l’ho riportata un pò più verso la tradizionale pasta frolla rispetto alle modifiche che mi avevano insegnato.

La marmellata di elezione è quella di visciole, una sorta di amarene dell’ Italia centrale. In alternativa la marmellata di amarene o quella che più vi aggrada.

Aggiungo, in questo caso, al contrario di quanto detto sino ad ora, un pò di dosi sono necessarie.

INGREDIENTI:

farina doppio zero – 400 grammi

zucchero semolato – il tipo ultrafine, zefiro, sarebbe meglio, 150 grammi

burro – meglio se di panna fresca, 125 grammi

uova – 4 uova, due intere e due tuorli

marmellata – un vasetto

estratto di rum – o direttamente un pò di liquore

lievito vanigliato – mezza bustina

limone.

Mescolate farina, zucchero e la mezza bustina di lievito. Aggiungete le uova, la scorza grattuggiata del limone, ed il burro ammorbidito a temperatura ambiente.

IMG_3312

Impastate sino ad ottenere una palla di pasta frolla, lucida e morbida.

IMG_3315

Amalgamate alla marmellata il succo di mezzo limone e mezza fialetta di estratto di rum. In alternativa  mezzo bicchierino di liquore.

IMG_3313

Imburrate ed infarinate una teglia per crostata.

IMG_3314

Ricoprite lo stampo con la pasta frolla, serbandone una piccola quantità per le fettucce a coprire.

IMG_3316

Bucherellate il fondo e stendete la marmellata.

IMG_3317

Formate su una spianatoia infarinata dei tuboli che schiacecrete delicatamente con un pugno. Trasportate sulla crostata ed adagiatele sopra ad “X”. Infine adagiate lungo il bordo una fettuccia unica e schiacciate con una forchetta ottenendo un effetto a raggiera.

Infornate a 200°C  in forno statico a metà del forno per 30 minuti. Sfornate e spennelate con uovo sbattuto se vi piace l’ effetto lucido.

IMG_3320

Buon appetito.

Fabio

Annunci

SPADELLATA DI SALSICCIA

Uno dei prodotti tipici calabresi più delizioso è la salsiccia, quella che, a seconda delle possibilità, si fa stagionare per ottenere la classica salsiccia da affettare, o si compera cruda dal macellaio per cuocerla al forno, sulla griglia o in casseruola. A differenza delle salsicce del resto d’ Italia, la salsiccia calabrese è rossa e non bianca. Può essere piccante o dolce in quanto, il colore rosso non è dato dal peperoncino piccante ma dalla paprika dolce, poi a seconda che si aggiunga o meno il peperoncino piccante si ha come risultato finale una salsiccia dolce o piccante, appunto. Il problema della salsiccia fresca è che, per via del fatto che si tratta di carne cruda, non riesce a valicare i confini della Calabria, ahimè.

L’ alternativa, conoscendo la ricetta, è farsele in casa, ma per dare la forma della salsiccia occorre il budellino, di difficile reperibilità. Ma c’è ancora un’ alternativa per riuscire a gustare questo piatto in qualunque parte del mondo ci si trovi. Quando i contadini preparavano le salsicce, prima di insaccarle assaggiavano l’ impasto saltandolo in padella con un filo d’ olio… quindi avrete già capito, si prepara l’ impasto e poi si soffrigge per gustarlo con del pane casereccio.

La preparazione è semplicissima.

INGREDIENTI:

spezzatino di maiale – misto e anche con parti grasse

parika dolce – peperoncino dolce macinato

sale – fino

semi di finocchi – secco

aglio – uno spicchio secco (ozionale)

vino rosso – da tavola, trattandosi di Calabria direi un Cirò

olio extravergine di oliva – gusto deciso.

IMG_3308

Prendete lo spezzatino di maiale o le varie parti e riducete il tutto in cubettini molto piccoli.

IMG_3309

Salate, cospargente di paprika dolce fino a che il colore risulti di un rosso acceso.. ce ne vorrà molta , se gradite strizzateci dentro uno spicchio di aglio e aggiungete semi di finocchio.

IMG_3310

Mescolate ed impastate tutto con vino rosso, fino a quando la carne lo assorbe.

IMG_3311

Lasciate riposare l’ impasto per qualche ora poi, o riempite dei budellini se li avete o, scaldate in una padella un filo di olio e fate rosolare l’ impasto fino a cottura.

IMG_3324

IMG_3326

Accompagnate con fette di pane casereccio, magari leggermente tostate.

IMG_3327

Buon appetito.

Fabio

PARMIGIANELLA

Premetto che a volte le foto, fatte in tutta fretta, anche perchè oltre a cucinare devo anche mangiare… e torno a casa tardi 🙂 Non fanno giustizia ad alcuni tra i piatti proposti. E’ questo il caso, in cui la foto non rende la bontà di questo velocissimo piatto, pensato e realizzato in pochissimo tempo.

INGREDIENTI:

melanzane – nere, del tipo lungo.

mozzarella – ne esiste un tipo nuovo, un pò allungato, specifico per cucinare.

passata di pomodoro – rustica.

aglio – secco e privato del germoglio.

basilico – fresco.

olio extravergine di oliva – gusto deciso.

sale – sale 🙂

formaggio parmigiano – grattugiato.

pepe nero – macinato, se di vostro gradimento.

Lavate le melanzane, tagliatele a fette spesse mezzo centimetro, salatele e disponetele in un colapasta.

IMG_3288

Applicate un piatto, di diametro più piccolo di quello del colapasta, e poggiatevi sopra un peso. (Io uso la mia “cuticchia”)

IMG_3289

Nel frattempo preparate un sugo di pomodoro all’ aglio e basilico.

IMG_3291

Prelevate le melanzane e adagiatene una prima fetta su una placca da forno, foderata con carta forno, e leggermente unta con olio di oliva extravergine. A strati aggiungete: il sugo di pomodoro, del formaggio parmigiano,  precedentemente miscelato con poco pepe nero, ed una fetta di mozzarella.

IMG_3293

Ricostruite la melanzana.

IMG_3294

Aggiungete un filo di olio ed infornate a 200°C per almeno 45 minuti.

Lasciate intiepidire, per poter sformare con facilità, impiattate e buon appetito.

IMG_3298

Fabio

PURE’ DI DRAGO (GUACAMOLE)

Freschissima insalata al cucchiaio a base di avocado. Di origine messicana, la guacamola è una purea di avocado, contenenti vari aromi/spezie, addizionata di cubetti di pomodoro fresco e da accompagnare con i nachos, triangolini di grano, fritti o al forno.

INGREDIENTI:

avocado – del tipo verde o marrone, l’essenziale è che sia morbido al punto giusto, da poter essere ridotto in purea semplicemente utilizzando una forchetta.

aglio – uno spicchio spremuto e senza germoglio.

pomodoro – tipo insalataro, maturo ben turgido.

lime – verdissimo. Il limone tropicale. E’ un ingrediente essenziale e non è sostituibile con il limone. I due agrumi hanno sì in comune il gusto aspro, ma l’aroma del lime è del tutto differente rispetto al nostro limone. Questo ingrediente essendo anche antiossidante manterrà la guacamole di un bel verde brillante.

tabasco – rosso.

salsa worcester.

sale.

pepe – macinato, se vi gusta.

Sbucciate l’avocado, riducetelo in cubetti e trasferitelo in un piatto. Con una forchetta ben robusta riducete l’ avocado in poltiglia, non siate pigri, il risultato finale deve essere una purea omogenea.

IMG_3277

Condite con tabasco, sale, pepe e salsa worcester ed il succo di un lime.

IMG_3278

Mescolate facendo ben incorporare tutti gli ingredienti. Terminata questa operazione riducete il pomodoro in cubetti , scartando la polpa contenente i semi. e lasciatelo sgocciolare.

Incorporate i cubetti di pomodoro ben scolati, mescolate.T

IMG_3279

trasferite in una ciotola, decorate e servite. Non dimenticate i nachos.

Io adoro mangiarlo con un tocco di calabresità… le olive al forno (olive “toste”).

IMG_3282

Fabio

ZUPPA DI PESCE FAST FOOD

Se non avete voglia di spignattare per ore e di spinare il pesce dopo la cottura, come si usa fare per le classiche zuppe, ma avete comunque voglia di gustare una zuppa di pesce,  questa è la ricetta che fa per voi 🙂

INGREDIENTI:

pesce – del tipo senza spine, tipo spinarolo, coda di rospo, rana pescatrice, persico. O se trovate i filetti potete utilizzare i classici e più gustosi pesci da zuppa, tipo gallinella, triglie, scorfano.

crostacei – manzancolle, scampi, gamberoni, cicale.

molluschi – cozze, vongole, fasolari, cannolicchi, seppie, totani calamari, polipetti.

Ovviamente potete fare una selezione, in base a quello che trovate.

olio extravergine di oliva.

aglio.

prezzemolo.

cipollotti – bianchi, freschi.

sedano – verde, proprio un’ idea.

vino bianco – secco.

passata di pomodoro – liscia, non rustica.

concentrato di pomodoro – triplo.

pane – tipo compatto, di grano duro, del tipo meridionale, io sono un fan del pane “antenna” che si trova alla coop, almeno a Milano. Deve essere adatto per essere tostato.

IMG_3268

Pulite bene il pesce e riducetelo in pezzi.

Aprite i molluschi scaldandoli a fiamma bassa, in un tegame coperto, senza nessun condimento. Mettete da parte dopo aver eliminato una delle due metà delle conchiglie.

Sgusciate i crostacei ed eliminate, se presente, il budellino sabbioso.

Spellate totani, calamiri e polipetti, tagliate ad anelli la parte superiore e lasciate interi i tentacolini.

In un capiente tegame lasciate dorare aglio e cipollotto in olio extravergine di oliva, con sedano e peperoncino.

IMG_3267

Eliminate l’aglio ed aggiungete la passata, il sale  ed il concentrato di pomodoro, il prezzemolo. Fate andare per un pò quindi aggiungete il vino bianco. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete acqua e portate nuovamente a bollore.

Quando questa base è pronta e ancora ben liquida, aggiungete i pesci, in sequenza in base al loro tempo di cottura. La fiamma sarà sempre molto bassa. Più cuocete  a fiamma bassa più il risultato sarà gustoso.

IMG_3271

Lasciate cuocere sino a quando il sugo non avrà assunto una certa densità.

IMG_3273

Accompagnate la zuppa impiattata con fette di pane abbrustolito, magari leggermente sfregate con dell’ aglio.

IMG_3276

Fabio

STRACCETTI AROMATICI AL LIMONE

Rapidi da fare e gustosi. Ideali per quando rientrate tardi, perchè metterete a marinare la carne, sistemerete le faccende in sospeso e, al momento di mangiare, procederete con la cottura.

INGREDIENTI:

carne – manzo o vitello.

limoni – comuni.

aromi – aglio, alloro, rosmarino, pepe nero.

olio extravergine di oliva – gusto delicato.

cipollotti – bianchi freschi.

burro.

Preparate una macerata con olio, limone e gli aromi.

IMG_3235

Predisponete la carne in un piatto.IMG_3234

Tagliate le fettine a striscioline.

IMG_3236

Cospargete con la marinata e lasciate riposare.

IMG_3239

Predisponete il burro e l’ olio in una padella antiaderente, e quando il burro sarà fuso aggiungete i cipollotti a pezzetti. Una volta appassiti i cipollotti, aggiungete gli straccetti con la loro marinata. Se volete che la carne rimanga morbida, togliete gli straccetti quando saranno rosolati, fate restringere il fondo di cottura, quindi aggiungete nuovamente gli straccetti.

Impiattate e servite.

IMG_3256

Fabio