Archivi tag: visciole

ROTOLO VALERIA ALLE VISCIOLE

Colazione per la settimana, Valeria docet.

INGREDIENTI:

uova

zucchero

farina 00

fecola di patate

burro

zucchero

zucchero al velo vanigliato

sale

marmellata di visciole

limone.

Predisporre le uova.

Predisporre un bagnomaria.

Versare i tuorli a bagnomaria ancora spento.

Pesare lo zucchero.

Pesare la farina (praticamente zucchero = farina) e aggiungere 60 grammi di fecola.

Pesare il burro.

Fondere il burro a bagnomaria.

Accendere il bagnomaria e montare i tuorli con lo zucchero.

Togliere dal bagnomaria e incorporare gli albumi montati a neve ferma. (per ottenere una solidità ottimale gli albumi devono essere freddi da frigo e addizionati con un pizzico di sale).

Lasciare riposare.

Predisporre una teglia foderata con carta forno inumidita.

Versare il composto.

Cuocere a 180°C in forno statico per 15 minuti.

Predisporre un foglio di carta forno inumidita su un canovaccio pulito e spolverare con zucchero semolato.

Rovesciare la base dolce sulla carta forno.

Eliminare la carta forno di cottura.

Spolverare con zucchero al velo vanigliato.

Arrotolare e lasciare intiepidire.

Amalgamare la marmellata con il succo di mezzo limone.

Srotolare la pasta.

Stendere la marmellata.

Arrotolare nuovamente.

Cospargere di zucchero al velo vanigliato.

Fabio

DOLCE RICOTTA AL ROSSO VELLUTO

Ricotta in scadenza il giorno dopo… idea espressa per un velocissimo dessert.

Non essendo sicuro del risultato, trattandosi di un esperimento, ho fotografato solo il passaggio finale dopo valutazione del risultato.

INGREDIENTI:

ricotta vaccina

zucchero al velo

cioccolato fondente

marmellata di visciole – le visciole sono speciali amarene

brandy

arancia – scorze.

In una terrina unite la ricotta  e lo zucchero al velo. Con una frusta manuale o elettrica sbattete sino ad ottenere un composto cremoso.

Riempite con il composto ottenuto delle piccole ciotole e mettete in frigo.

Ponete della cioccolata fondente in piccole scaglie in una pentolina che porrete dentro ad una seconda pentolina più grande colma di acqua. Mettete sul fuoco sino a far sciogliere la cioccolata. Aggiungete marmellata di visciole e poco brandy. Mescolate sino ad ottenere un composto abbastanza fluido dal colore rosso antico, come appunto un velluto rosso.

Spalmate delicatamente la crema ottenuta sulla ricotta e decorate con striscioline sottilissime di scorza di arancia.

IMG_5733

Fabio

LA CROCROSTATA

Questo dolce è una elaborazione al contrario della ricetta di zia Mimma, nel senso che la base di pasta frolla l’ho riportata un pò più verso la tradizionale pasta frolla rispetto alle modifiche che mi avevano insegnato.

La marmellata di elezione è quella di visciole, una sorta di amarene dell’ Italia centrale. In alternativa la marmellata di amarene o quella che più vi aggrada.

Aggiungo, in questo caso, al contrario di quanto detto sino ad ora, un pò di dosi sono necessarie.

INGREDIENTI:

farina doppio zero – 400 grammi

zucchero semolato – il tipo ultrafine, zefiro, sarebbe meglio, 150 grammi

burro – meglio se di panna fresca, 125 grammi

uova – 4 uova, due intere e due tuorli

marmellata – un vasetto

estratto di rum – o direttamente un pò di liquore

lievito vanigliato – mezza bustina

limone.

Mescolate farina, zucchero e la mezza bustina di lievito. Aggiungete le uova, la scorza grattuggiata del limone, ed il burro ammorbidito a temperatura ambiente.

IMG_3312

Impastate sino ad ottenere una palla di pasta frolla, lucida e morbida.

IMG_3315

Amalgamate alla marmellata il succo di mezzo limone e mezza fialetta di estratto di rum. In alternativa  mezzo bicchierino di liquore.

IMG_3313

Imburrate ed infarinate una teglia per crostata.

IMG_3314

Ricoprite lo stampo con la pasta frolla, serbandone una piccola quantità per le fettucce a coprire.

IMG_3316

Bucherellate il fondo e stendete la marmellata.

IMG_3317

Formate su una spianatoia infarinata dei tuboli che schiacecrete delicatamente con un pugno. Trasportate sulla crostata ed adagiatele sopra ad “X”. Infine adagiate lungo il bordo una fettuccia unica e schiacciate con una forchetta ottenendo un effetto a raggiera.

Infornate a 200°C  in forno statico a metà del forno per 30 minuti. Sfornate e spennelate con uovo sbattuto se vi piace l’ effetto lucido.

IMG_3320

Buon appetito.

Fabio