Archivi tag: vitello

VITELLO AL LIMONE AMARO

Amaro, se vi piace, lasciando il bianco del limone, altrimenti eliminatelo prelevando solo buccia gialla e polpa, ed otterrete un sapore più convenzionale.

INGREDIENTI:

vitello – fettine

limone

salvia

rosmarino

vino bianco

farina

burro

olio evo.

Lavate ed asciugate un limone.

Passate il limone intero alla mandolina. Se non amate l’amaro, prelevate prima la buccia gialla con uno sbuccino, eliminate la parte bianca, e sminuzzate la polpa.

Predisponete le fettine di vitello eliminando  i tegumenti e battendole con un batticarne.

Porzionatele in dimensioni adeguate (un palmo di mano grande). Infarinatele.

Lavate ed asciugate salvia e rosmarino.

In un tegame capace sciogliete il burro in olio.

Rosolate le fettine da entrambi i lati con anche l’aggiunta degli odori.

Salate ed aggiungete il limone.

Girate una o due volte ed innaffiate con vino bianco.

Girate una o due volte e coprite con alluminio lasciando cuocere a fiamma molto bassa ancora fino a completamento della cottura.

Impiattate decorando con limone e rosmarino e cospargendo di fondo di cottura.

Fabio

INVOLTINI DI UNA VOLTA

Ve li preparavano da piccoli gli involtini? A me li preparavano più o meno così.

INGREDIENTI:

carne di vitello o manzo – fettine magre

prosciutto cotto

fontina valdostana

aglio

prezzemolo

vino bianco – secco

olio extravergine di oliva.

Predisponete le fettine su un tagliere.

IMG_6261

Se necessario, battetele un pò per allargarle e renderle sottili.

Su ogni fetta stendete del prosciutto cotto.

IMG_6262

Deponete qualche foglia di prezzemolo.

IMG_6263

Aggiungete un  pezzettino di aglio, evitando il germoglio.

IMG_6264

Aggiungete un pezzetto di fontina valdostana.

IMG_6265

Arrotolate ciascuna fettina, trascinando nella parte alta il formaggio, il prezzemolo e l’aglio.

IMG_6266

Fermate con tre stuzzicadenti per ciascuno dei rotoli.

IMG_6267

Trasferiteli in una padella con olio di oliva caldo.

IMG_6268

Rosolate da tutti i lati, comprese le due estremità. Aggiungete un pizzico di sale e fate evaporare il liquido che fuoriesce.

IMG_6269

Sfumate con vino bianco. Terminata l’evaporazione del vino, i fumi bianchi del vapore aqueo si diradano e l’olio torna limpido, impiattate e servite.

IMG_6273

Fabio

 

STRACCETTI AROMATICI AL LIMONE

Rapidi da fare e gustosi. Ideali per quando rientrate tardi, perchè metterete a marinare la carne, sistemerete le faccende in sospeso e, al momento di mangiare, procederete con la cottura.

INGREDIENTI:

carne – manzo o vitello.

limoni – comuni.

aromi – aglio, alloro, rosmarino, pepe nero.

olio extravergine di oliva – gusto delicato.

cipollotti – bianchi freschi.

burro.

Preparate una macerata con olio, limone e gli aromi.

IMG_3235

Predisponete la carne in un piatto.IMG_3234

Tagliate le fettine a striscioline.

IMG_3236

Cospargete con la marinata e lasciate riposare.

IMG_3239

Predisponete il burro e l’ olio in una padella antiaderente, e quando il burro sarà fuso aggiungete i cipollotti a pezzetti. Una volta appassiti i cipollotti, aggiungete gli straccetti con la loro marinata. Se volete che la carne rimanga morbida, togliete gli straccetti quando saranno rosolati, fate restringere il fondo di cottura, quindi aggiungete nuovamente gli straccetti.

Impiattate e servite.

IMG_3256

Fabio

MINI COTOLETTE AL PANE PROFUMATO

Qesto è un tipico esempio di cucina “fusion”, la cotoletta, tipico piatto meneghino con panatura calabrese 🙂 . Cuociamo in forno per tenere a bada il colesterolo (detto da me è un pò bizzarro..) e realizziamo dimensioni mini, fanno più tenerezza.

INGREDIENTI:

carne – di vitello, cuoce più in fretta e rimane più morbida. E’ adatta per questa ricetta

uova – se grandi, si fa tutto con un uovo solo 🙂 .

pane secco – grattuggiato.

formaggio parmigiano – grattuggiato.

 prezzemolo – il classico, non riccio. Finemente tritato. Utilizzate solo le foglie, evitate i rametti, si trita velocemente mettendo le foglie in un tazza e dandoci dentro con le forbici. Le verdure andrebbero trattate con lame di ceramica ma, sinceramente, in questo caso, il gioco vale la candela.

aglio – se utilizzate gli spicchi di aglio, secco o fresco,  come dovrebbe essere, se non volete addentare i pezzetti di aglio mangiando  le minicotolette, utilizzate uno spremi aglio e incorporate il succo e le sole fibre che passano dal setaccio. In alternativa per diffondere in maniera più omogeneo questo ingrediente nel composto, utilizzate l’ aglio secco in polvere.

peperoncino rosso – in polvere, dolce, la denominazione più interregionale è paprika dolce. Potete aggiungere anche un pò di quello piccante, se gradite.

pepe nero – finemente tritato.

olio di oliva extravergine.

Mettete la carne nell’uovo e lasciatevela per un pò di tempo.

cotolette in uovo

Nel frattempo preparate la panatura mescolando pangrattato, formaggio parmigiano, pepe nero, paprika dolce, prezzemolo tritato, aglio in polvere, sale.

pane profumato

Prelevate una per volta le fettine dall’uovo, passatele tra due dita per eliminare l’uovo in eccesso e impanatele accuratamente. Disponete le cotolette in una placca da forno preventivamente foderata con carta da forno oleata per bene. Aggiungete un filo di olio su ogni fettina.

minicotolette in teglia

Infornate in forno statico a 200 °C girando a metà cottura. Il tempo dipenderà dalle dimensioni e dallo spessore delle fettine. In questo caso 15 minuti in tutto, girandole dopo circa 8 minuti.

minicotolette 1

consiglio: se avete un gatto, chiamatelo a mangiare “l’ ovoletta”, ovvero l’uovo mescolato con il sangue di carne, in cui appunto la carne è stata immersa. Se non esagerate nella frequenza, un uovo ogni tanto fa benissimo al pelo del gatto. Il mio trova anche molto gustosa la cosa.

Fabio