Archivi tag: arista con patate

INSALATA DI POLPO

Che dire di questo piatto prima di procedere con la semplicissima ricetta? Che pur essendo probabilmente inutile l’aggiunta di un tappo di sughero durante la cottura del mollusco, io lo metto sempre… mi fa tanto vintage! Pare che più che per l’effetto ammorbidente dei tannini rilasciati dal tappo sulle fibre del polpo, quello per cui veniva effettivamente utilizzato era per estrarre il polpo dall’acqua bollente, dopo averlo legato ad esso.

INGREDIENTI:

polpo – io lo preferisco di media dimensione.

cipolla – bianca o rossa.

carota – carota.

alloro – qualche foglia.

pepe nero – in grani e tritato.

prezzemolo – del tipo liscio.

olive – verdi denocciolate.

limone – biologico.

patate – del tipo da lessare.

Lessate il polpo immergendolo in acqua bollente e salata in cui avrete precedentemente messo gli odori: cipolla, carota, alloro, pepe in grani.

Una volta estratto, quando sarà tiepido al punto di poterlo manipolare, tirate via la pelle, il cuore delle ventose e tutte le parti cartilaginee. Tagliate a pezzetti.

Conditelo ancora tiepido con olio, limone, pepe, olive verdi denocciolate, pepe nero tritato, e lasciate marinare.

polpo in ciotola

Nel frattempo avrete lessato le patate, fatte intiepidire e pelate.

Voi cuocetele come volete le patate: sbucciate, mettendole a cuocere quando l’acqua già bolle ecc… Ma, per me sono da mettere in acqua fredda, con la buccia, lasciare che l’acqua bolla ed estrarle quando la lama di un coltello riesce facilmente ad attraversarle. E’ ovvio che cuocendo tutte insieme… è auspicabile che tutte siano di dimensioni simili.

Riducete le patate a fette spesse e posizionatele su un vassoio

patatein vassoio

Aggiungete il polpo e decorate, io ho utilizzato scorza di limone biologico e aneto.

polpo 6

Fabio

ARISTA AL FORNO SU LETTO DI PATATE (ARISTA MARIQUITA)

Questa ricetta magari già esisteva prima che io la inventassi ma, io ci sono arrivato da solo 🙂

INGREDIENTI:

patate – affettate tipo chips, quindi tonde e sottili.

rosmarino – sfogliato.

salvia – tritata grossolanamente.

aglio – poco ed a fettine sottili.

olio di oliva extravergine – come lo preferite.

pepe nero – in polvere.

sale – fino.

arista – in fettine molto sottili.

vino bianco – come lo preferite.

Affettate le patate magari con l’ausilio dell’ attrezzo specifico, mi raccomando, via via che le affettate di trasferirle in una ciotola di acqua, non si anneriranno. Terminata l’operazione, eliminate l’aqua di ammollo.

patate crude nude

Trasferite le patate ancora umide in una ciotola e condite con gli aromi, olio e sale.

patate crude aromi

Aggiungete le fettine di arista e mescolate, In questo modo tutto sarà condito in maniera omogenea.

patate crude e carne

Traferite le patate in una placca da forno foderata con cartaforno e spennellata di olio. Formate dei letti di patate, non troppo spessi, nello stesso numero delle fettine a vostra disposizione.

patate crude in teglia

Adagiatevi sopra le fettine, salate ancora leggermente e aggungete un filo di olio.

patate crude in teglia con carne

Infornate a 200 °C, nella posizione mediana del forno, per circa 30 minuti. Cinque minuti prima della fine della cottura, aggiungete del vino bianco, facendolo gocciolare sulla carne aiutandosi con le dita, ed infornare ancora per 5 minuti azionando il solo gril superiore.

patate e carne in teglia cotte

Impiatatte:

patate e carne impiattate  1

Fabio